√ó


COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM: dal 7 all'11 aprile la mostra ARTE, SCUOLA E SCIENZA

 

UNA MOSTRA ALL’INSEGNA DI ARTE E SCIENZA

PER IL PROGETTO “A SCUOLA DI GUGGENHEIM”


Dal 7 all’11 aprile la Collezione Peggy Guggenheim ospita la mostra Arte, Scienza e Scuola, frutto dell’annuale progetto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del Veneto, “A scuola di Guggenheim”, che quest’anno gode della preziosa collaborazione con la Fondazione Marino Golinelli di Bologna, realtà attiva nella diffusione della cultura scientifica, nella ricerca e nella formazione, e si focalizza sul binomio Arte e Scienza e sulle contaminazioni, i metodi e i linguaggi delle due discipline.

Nonostante ad un primo sguardo arte e scienza sembrino discipline inconciliabili per il tipo di tematiche affrontate e per le modalità progettuali utilizzate, esistono tuttavia molteplici affinità tra le due, a partire dal linguaggio: entrambe condividono infatti un lessico specifico fondamentale per descrivere i propri processi metodologici. Accanto alle affinità lessicali, i due saperi possiedono inoltre profonde vicinanze metodologiche. Spesso scienziati e artisti vengono percepiti come figure incompatibili per il tipo di lavoro che svolgono e per le questioni tematiche che affrontano. Al contrario, entrambi sviluppano la loro ricerca partendo dall’osservazione della realtà, della società e del contesto in cui operano. Da sempre gli artisti hanno osservato i cambiamenti culturali e sociali della contemporaneità sulla quale essi si interrogano e della quale diventano interpreti. Molto spesso questi processi di cambiamento sono stati indotti da nuove scoperte tecnologiche e scientifiche. In modo parallelo e speculare, la ricerca scientifica “invade” sempre più frequentemente ambiti che implicano profonde problematiche culturali, etiche, sociali, dimostrando come arte e scienza abbiano di fatto una fortissima vicinanza con la nostra attualità.

L’esposizione Arte, Scienza e Scuola intende presentare i lavori realizzati dalle classi sulla base delle diverse tematiche proposte durante le varie fasi formative del progetto. Il percorso espositivo prevede un’introduzione sulle figure dell’artista e dello scienziato, per proseguire poi con l’esplorazione trasversale delle problematiche legate ai sensi e alla percezione, approfondendo argomenti quali l’astronomia, la materia, il concetto di vuoto e il rapporto tra follia e genialità. La mostra sarà caratterizzata dall'eterogeneità dei lavori scelti, tra cui troveranno spazio due installazioni collettive che hanno visto la partecipazione di studenti provenienti da più scuole. La realizzazione di queste opere è stata possibile grazie al Kit d’artista, che ha offerto la possibilità a ciascun partecipante di ideare un elemento per la grande installazione collettiva finale, permettendogli così di rapportarsi con altri alunni in un progetto collegiale.
Infine una sala della mostra sarà dedicata a dieci opere create da altrettanti artisti neodiplomati dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, che durante l’anno hanno approfondito le tematiche di arte e scienza.

Le opere esposte  riflettono il tema della conoscenza scientifica, astronomica e quantistica, che ha attraversato il lavoro svolto quest'anno all'interno del corso di Tecniche Extramediali del Prof. Aldo Grazzi. Durante gli incontri fra docente e studenti, é sorta l'esigenza di ripensare il mondo e la vita alla luce delle straordinarie risposte che la ricerca scientifica ha saputo dare durante l'ultimo secolo.

Gli artisti immaginano e modellano la materia riproponendola in nuove forme, gli scienziati indagano la materia rivelandone gli aspetti più profondi e nascosti. Entrambe le discipline, arte e e scienza, trovano la loro ideale funzione risolvendo il mistero della umana rappresentazione. Per questo anche all'interno di una istituzione formativa alle arti diventa importante la suggestione generata da una visione dell'universo offerta dal pensiero scientifico.

 

I lavori in esposizione sono stati realizzati da:

 

Elisa Bertaglia

Thomas Braida

Maria Elisa D'Andrea

Virginia Di Lazzaro

Giulia Filippi

Nereo Marulli

Sarah Persello

Chiara Sorgato

Giulia Tosato

Manuela Toselli

 

Sperimentato per la prima volta nell’anno scolastico 2003/2004, da sempre sostenuto dalla Regione del Veneto, il programma “A scuola di Guggenheim” ha come principale obiettivo il coinvolgimento di studenti e docenti nella realizzazione di percorsi didattici multidisciplinari che affrontino lo studio delle opere della Collezione Peggy Guggenheim in relazione a temi storici, letterari, scientifici, filosofici inerenti la cultura moderna e contemporanea. Ormai giunto alla sua sesta edizione, il progetto ha contato nel corso dell’anno 2008/09 la partecipazione di 5.263 studenti, insieme a 622 insegnanti.

Si ringrazia TV Express, sponsor tecnico della mostra.