×


CONCRETE LANDSCAPES presenta EMANUELE WILTSCH in “TIDAL WAVE”

Galleria A+A
e
Accademia di Belle Arti di Venezia
NTA - Corso di Applicazioni Digitali per l'Arte

CONCRETE LANDSCAPES
presenta
EMANUELE WILTSCH in “TIDAL WAVE”

Martedì 11 maggio 2010 alle ore 18.00 la Galleria A+A, in
collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e il corso di
Applicazioni Digitali per l'Arte del dipartimento dedicato alle nuove
tecnologie nell'Isola di San Servolo, avrà il piacere di presentare
l’evento unico Tidal Wave.

Un live set che Emanuele Wiltsch presenterà in anteprima,
modificandolo come fosse un'onda di piena elettronica. Una marea
sonora attraverserà gli spazi della Galleria A+A, che si infrangerà e
si ricomporrà rigenerandosi mediante il concretismo sonoro di live
looping e effetti analogici. Un'unica frequenza pura modulata in tempo
reale (generata da un LFO),filtrata, decomposta e riassemblata con
l'uso di un eco a nastro nel mai pago tentativo di risvegliare il
nostro apparato sin estetico grazie ad un wall of sound essenziale,
diretto, fluttuante, primordiale.

Tidal Wave è l'evento che si inserisce nel ciclo di interventi
sonoro/visivi Concrete Landscapes, a cura di Manuel Frara, una
panoramica in progress dedicata alle principali ricerche attive
nell’ambito della soundart che mirano a rileggere in chiave
contemporanea e contaminare -  con differenti sperimentazioni new
mediali  - gli studi del compositore e ingegnere francese Pierre
Schaeffer. Una panoramica in progress aperta sulle basi di una
piattaforma progettuale assolutamente sperimentale. Un susseguirsi di
interventi che tracciano un percorso evenemenziale caratterizzato da
un’alternarsi di varie formazioni, gruppi di lavoro, singole
performance, laboratori e workshop.

Emanuele Wiltsch Barberio (Roma, 1980) è muscista, polistrumentista,
vocalist e sperimentatore attivo nella scena italiana ed europea.
Frequentatore della scena di Seattle e Londra a cavallo del millennio,
si è formato successivamente approdando alla sperimentazione tra
tecniche e strumenti di diverse tradizioni musicali e i linguaggi
dell'elettronica, accogliendo all'interno della propria ricerca
elementi acustici, sonorità vintage e radicali incursioni
elettro/digitali.
 

Allegati