√ó
Corso di Diploma Accademico di II livello in

Nuove Tecnologie dell'Arte


equivalente alla laurea magistrale.

Obiettivi formativi qualificanti

Coordinatore Prof. Gaetano Cataldo

Linee-guida e delucidazioni sui piani di studio.

La missione formativa del Corso di Diploma di Secondo livello di N.T.A. è quella di trasmettere ai frequentanti, oltre a competenze tecniche, una sensibilità estetica e formale capace di realizzare prodotti ad alto potenziale innovativo, in grado di segnalarsi sia sul piano espressivo ed artistico che su quello comunicativo. Lo studente acquisirà nel Corso di Diploma la capacità di gestire in modo creativo i linguaggi della fotografia, dell’animazione digitale, della computer grafica, della produzione audio-video,con una particolare attenzione all’approccio multimediale delle arti.

Alla formazione di un soggetto attivo e capace di autonoma creazione nell’ambito dei nuovi linguaggi visivi concorreranno gli approfondimenti storico-critici, metodologici e teorici relativi all’arte contemporanea nei suoi più diversi aspetti, onde favorire l’integrazione tra laboratori e le diverse altre discipline. Concorreranno altresì le relazioni con le numerose istituzioni artistiche attive in una Città crocevia internazionale dei nuovi linguaggi dell’arte. L’offerta formativa sarà perfezionata mediante incontri, conferenze e workshop con personalità di spicco del settore.

Il Corso è strutturato in due Indirizzi con relativi Piani di Studio, Nuovi Media - Pratiche Artistiche Integrate ed Arte e Linguaggi della Comunicazione, tra loro integrati o integrabili, per raggiungere il massimo della missione formativa.

1. Nuovi Media - Pratiche Artistiche Integrate.

L’indirizzo si rivolge a studenti interessati nella ricerca e nello sviluppo di linguaggi dell’immagine nel campo delle nuove forme della ricerca espressiva odierna. Le ricadute professionali sono sia di tipo autoriale che applicativo: nell’ambito della ricerca artistica multimediale, dell’animazione digitale, della progettazione di spazi sonori, della produzione, della comunicazione e della documentazione audio-video.

2. Arte e Linguaggi della Comunicazione

L’indirizzo è rivolto a studenti che intendano sviluppare le loro competenze nel campo professionale della comunicazione, ove si integrino grafica computerizzata, produzioni di immagini elettroniche e grafica pubblicitaria. La parola chiave è digital culture per la comunicazione visiva. In virtù del valore aggiunto posseduto da tali prodotti, le ricadute professionali sono rappresentate da ogni ambito dell’organizzazione di materiali e spazi comunicativi, dell’editoria elettronica, dell’interattività, del rapporto con il mondo delle produzione e dell’innovazione.

Modalità di iscrizione.

Per entrambi gli indirizzi del Corso di Diploma di Secondo livello in Nuove Tecnologie dell’Arte A.A. 2018-2019 valgono i seguenti criteri:

A) Libera iscrizione per gli studenti in possesso dei seguenti titoli:

  1. Diploma di Primo livello in “Nuove Tecnologie dell'Arte”;
  2. Diploma di Primo livello di Arte Applicata;
  3. Diploma di Master Universitario di I grado in Multimedia;
  4. Diploma universitario di Primo livello in discipline multimediali e informatiche. Qualora si tratti di istituti europei o extraeuropei, valgono le norme di legge per la certificazione autorizzata del titolo con traduzione in lingua italiana.

Qualora si tratti di istituti europei o extraeuropei, valgono le norme di legge per la certificazione autorizzata dei titolo in traduzione italiana.

B) lscrizione previo colloquio con Commissione esaminatrice per gli studenti in possesso di ogni altro titolo di studio di primo livello.

Norme comuni a entrambi gli indirizzi:

Sia gli studenti aventi diritto alla libera iscrizione (A) che quelli tenuti al colloquio (B), dovranno allegare alla domanda un proprio portfolio in formato digitale, che deve essere consegnato alla Segreteria didattica dell’Accademia di Belle Arti di Venezia (Sede Centrale Ex-Ospedale degli Incurabili, Dorsoduro, 423 30123 Venezia) entro e non oltre i termini indicati sulla home page istituzionale. I Portfolio saranno esaminati individualmente dalla Commissione interna nominata.

La valutazione varrà anche come preselezione e fornirà elementi per ogni eventuale inserimento dei candidati secondo la programmazione dei corsi. Sulla base del Portfolio, infatti, la Commissione potrà anche decidere eventuali ammissioni straordinarie agli indirizzi offerti dai piani di studio di Nuovi Media - Pratiche Artistiche Integrate ed Arte e Linguaggi della Comunicazione.

Se, dopo il vaglio della Commissione, gli studenti iscritti per diritto all’immatricolazione diretta (A) non risultassero confermati nell’ammissione alla Scuola di Nuove Tecnologie dell'Arte, essi potranno venir inseriti al Primo Anno di Corso del Biennio presso una delle altre Scuole presenti in Accademia, compatibilmente con le loro disponibilità. Questo avverrà tenendo comunque conto delle proposte di orientamento emerse durante il previsto colloquio del candidato con la Commissione di valutazione. All’inizio dell’Anno Accademico successivo a quello di avvenuta iscrizione, per lo studente sarà comunque possibile sottoporre eventuali richieste di cambio di Scuola o di Indirizzo, secondo le procedure previste dai regolamenti interni all’Accademia e tenendo conto dell’effettiva disponibilità di accoglienza delle strutture.

Indicazioni per la creazione del portfolio digitale

Il portfolio in formato digitale (da consegnarsi su pen-drive o indicando un link dal quale accedere ai materiali per il download) dovrà contenere esaustive informazioni inerenti: a) la ricerca maturata dai candidati durante le fasi di studio precedenti, incluse le esperienze professionali e artistiche che si sono compiute; b) la conoscenza delle basi espressive dei linguaggi pittorici, grafici, e inerenti la relazione con lo spazio; c) le competenze nell’uso dei linguaggi informatici, dei programmi per la grafica e per l’elaborazione dell’immagine; d) la conoscenza dei dispositivi tecnologici per la produzione audio-visiva.

Al fine di garantire alla Commissione selezionatrice un esempio significativo del pregresso creativo del candidato, utile a valutarne le esperienze artistiche e tecniche nonché gli interessi culturali, il candidato dovrà perciò presentare almeno un proprio progetto artistico, attinente all’uno, all’altro, oppure ad entrambi gli indirizzi del Biennio. Il portfolio sarà valutato sulla base di criteri tesi a privilegiare l’originalità, la capacità di composizione, di costruzione nonché di presentazione del lavoro.

Organizzazione didattica e crediti

L'attività didattica degli insegnamenti è organizzata secondo l'ordinamento semestrale o annuale con cadenza quindicinale sempre nell’ambito massimo dei Crediti Formativi assegnati a ciascun insegnamento.

Per ciascuna attività formativa è previsto un accertamento conclusivo alla fine del periodo in cui si è svolta l'attività per tutti gli insegnamenti di carattere teorico, teorico-pratico o laboratoriale. Solo il superamento dell'accertamento conclusivo consente allo studente di acquisire i CFA attribuiti all'attività formativa in oggetto. Le attività formative esplicitamente indicate nei piani di studio il cui accertamento conclusivo comporta l'attribuzione di un voto espresso in trentesimi, concorrono a determinare il voto finale di diploma di laurea.

La prova finale consiste in una tesi teorica o in progetto di tesi articolato con elaborati specifici della Scuola (progettazione grafica, design, fotografia, video, testimonianze di performance o installazioni multimediali etc.) elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. Può essere aggiunto un correlatore su richiesta del relatore o del laureando nel caso di tesi articolate su più discipline. La tesi può vertere su una qualunque materia di cui lo studente abbia superato l’esame, fra quelle attivate nella Scuola, escluse le lingue. La discussione della tesi avverrà di fronte ad una Commissione nominata dal Direttore dell’Accademia.

Per quanto riguarda il Diploma di 2° livello – Biennio è obbligatorio rispettare le discipline indicate come obbligatorie nei due piani di studio inserite nei rispettivi anni di corso.

Obblighi di frequenza. La frequenza alle attività didattiche è obbligatoria nella percentuale minima di 2/3 del totale delle lezioni dell’insegnamento. La presenza alle lezioni sarà certificata dall’apposizione da parte degli studenti di nome e cognome e dalla firma sugli appositi moduli unificati consegnati dalla segreteria ai docenti riportanti l’indicazione dell’insegnamento, della data e delle ore di lezione.

Crediti

40 crediti nelle attività di base

32 crediti nelle attività laboratoriali caratterizzanti

24 crediti nelle attività teorico scientifiche

8 crediti nelle attività affini o integrative

4 crediti nelle attività a scelta dello studente

12 crediti per la prova finale (tesi)

TOTALE CREDITI: 120